La paura di sbagliare in azienda

La paura di sbagliare in azienda

Un proverbio recita: “Sbagliando si impara”

Se l’errore è funzionale all’apprendimento, il giovane per crescere deve avere la possibilità di sbagliare.

Una dinamica molto diffusa nei sistemi sociali, e quindi nelle aziende, è quella di non offrire il proprio punto di vista, un parere, per la paura di essere derisi, di commettere errori e, di conseguenza, di essere puniti.

La paura ci porta a imitare i comportamenti degli altri, limitando noi stessi e la nostra unicità.

Secondo Carlo Rubbia: “L’ESPERTO È COLUI CHE HA COMMESSO TUTTI GLI ERRORI

La paura relazionale, o meglio la paura di essere noi stessi quando stiamo con gli altri, ha radici profonde: durante gli anni scolastici, che coincidono con gli anni della crescita psico-fisica dell’individuo, la struttura troppo rigida della scuola, che premia chi risponde correttamente e punisce con la penna rossa chi sbaglia, influenza questo processo mentale.

A questo aggiungiamo il fatto che nelle aziende ci sono più “capi” che leader, ed il gioco è fatto.

La vignetta “legge fondamentale del capo” ne riassume scherzosamente un concetto molto chiaro. (– “il capo non dorme, riposa” – “il capo non è in ritardo, è trattenuto” – “il capo non lascia mai il lavoro, è richiesta la sua presenza altrove”…)

Come riuscire dunque a governare questa paura?

Un fattore determinante che ci può venire incontro è dato dal livello di preparazione. Pronti non lo saremo mai, ma il nostro compito è metterci nella condizione di essere più preparati possibile ad ogni circostanza, almeno sul posto di lavoro, dato che è lì che trascorriamo una fetta importante della nostra vita.

Essere preparati nel proprio lavoro dà più certezza nelle relazioni sociali. Inoltre, essere specializzati in professioni ricercate dà maggior “potere contrattuale”.

Perciò, vale la pena, concludendo questo articolo, andare ad elencare alcune tra le figure più richieste oggi dal mercato del lavoro:

  • Sviluppatore di APP
  • E-commerce Manager
  • Progettista 3D
  • SEO Specialist
  • Web Developer
  • Data Scientist

Tutte competenze “digital” e non potrebbe essere altrimenti data la crescente affermazione delle tecnologie digitali.

Gli HR manager e i giovani sono chiamati a questa sfida: incontrarsi e crescere insieme.

Marco Lenzi

Marco Lenzi

Life & Career Coach
Osservatorio Mondo del Lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *